Guida al Canone RAI

Informazioni ai Clienti sul Canone RAI e l’utilizzo dei dati personali ai fini dell’addebito in bolletta

Se sei titolare di un’utenza per la fornitura di energia elettrica ad uso residenziale l’importo del Canone RAI viene addebitato, a rate, direttamente nella bolletta dell’energia elettrica.

Questa novità è stata introdotta dalla Legge di Stabilità 2016 con cui sono state dettagliate modalità e tempistiche di addebito.

L’importo annuo del Canone RAI, stabilito annualmente per Legge (nel 2016 era pari a 100 euro mentre, per gli anni 2017 e 2018, è stato ridotto a 90 euro), viene addebitato in bolletta in 10 rate mensili (da gennaio ad ottobre). L’importo viene inserito in bolletta sotto la voce specifica “Canone di abbonamenti alla televisione per uso privato” e con il dettaglio dei mesi cui si riferiscono le rate.

Le Società di Vendita sono tenute ad addebitare il Canone RAI sulla base delle informazioni trasmesse mensilmente dall’Agenzia delle Entrate per il tramite di Acquirente Unico.

Per questo motivo, se non possiedi un apparecchio televisivo oppure in presenza di altre motivazioni di esenzione previste dalla Legge, dovrai inoltrare una dichiarazione direttamente all’Agenzia delle Entrate utilizzando gli appositi modelli, corredati di istruzioni, disponibili sul sito agenziaentrate.gov.it.

Ricorda che la dichiarazione di esenzione in ogni caso sarà valida solo per l’anno in cui viene presentata.

I dati personali raccolti per la fornitura dell’energia elettrica sono utilizzati, in base alla tipologia di tariffa applicata D2/D3, anche ai fini dell’individuazione dell’intestatario del canone di abbonamento e del relativo addebito in bolletta, che, in caso di tariffa D2 (tariffa residenti), avverrà in modo automatico.

Per maggiori informazioni ti invitiamo a consultare il sito www.canone.rai.it oppure a chiamare il numero verde gratuito 800.93.83.62 messo a disposizione dalla RAI.