29.11.2019

NUOVE STAZIONI DI RICARICA A SAN FIOR E TARZO. LE COLLINE UNESCO SON SEMPRE PIÙ GREEN

Le Colline di Conegliano Valdobbiadene: un paesaggio unico al mondo, dichiarato Patrimonio dell’Umanità, la cui tutela deve diventare un progetto comune per tutti gli attori del territorio, dalle aziende alle Pubbliche Amministrazioni.

Una collaborazione a favore del territorio che per Ascotrade è già realtà: ultimo, in ordine di tempo, il progetto di sviluppo della mobilità sostenibile “Aria Pulita”, ideato dall’azienda di Pieve di Soligo e realizzato in collaborazione con BeCharge, che prevede lo sviluppo della rete infrastrutturale veneta di stazioni di ricarica per auto elettriche con energia prodotta al 100% da fonti rinnovabili.

Un’iniziativa resa possibile dalla fattiva collaborazione tra Pubblica Amministrazione e aziende private che, soprattutto in provincia di Treviso, ha trovato terreno fertile, permettendo al territorio di essere al passo con le città più evolute in tema di mobilità sostenibile.

E da oggi anche a San Fior e Tarzo saranno a disposizione dei cittadini e dei turisti nuove strutture di ricarica per auto elettriche. 2 per San Fior, in Piazza Marconi e Via degli alpini, 1 per Tarzo, posizionata in Piazza Papa Luciani a Corbanese. Inaugurate questa mattina, alla presenza del Presidente Ascotrade Stefano Busolin e dei Sindaci Giuseppe Maset e Vincenzo Sacchet le nuove colonnine di ricarica rappresentano un altro fondamentale tassello del progetto “Aria Pulita”.

«L’Amministrazione Comunale di San Fior – ha spiegato Giuseppe Maset, Sindaco di San Fior  è stata, fin da subito, orgogliosa e felice di collaborare con Ascotrade Spa nel proporre questo servizio innovativo ai propri cittadini; servizio che unisce all’utilità il rispetto e la valorizzazione dell’ambiente che ci circonda e in cui viviamo. È con vero piacere che inauguriamo queste due nuove colonnine posizionate nella piazza comunale e presso le scuole».

 «L’inaugurazione di oggi – ha spiegato Vincenzo Sacchet, Sindaco di Tarzo  è una delle iniziative che l’Amministrazione Comunale ha programmato per favorire la transizione verso una mobilità cittadina più sostenibile oltre ad essere un’azione prevista dal nostro Piano d’Azione per Energia Sostenibile e il Clima. Se vogliamo diminuire le polveri sottili con auto più ecologiche, dobbiamo mettere a disposizione della cittadinanza anche tutte quelle piccole infrastrutture di supporto al futuro mondo dell’auto.

Inoltre, grazie a questa collaborazione con Ascotrade, riusciremo a dare un ulteriore servizio ai tanti turisti che sul nostro territorio stanno arrivando, non solo italiani, ma soprattutto stranieri, persone queste che hanno già fatto il passaggio all’auto elettrica, perciò la nuova colonnina di ricarica di Corbanese potrà essere un aiuto per programmare le loro soste e spostamenti».

 «Ringrazio anzitutto le Amministrazioni Comunali, come quella di San Fior e Tarzo che oggi ci hanno ospitato – ha dichiarato Stefano Busolin, presidente Ascotrade – perché stanno dimostrando una grandissima sensibilità e lungimiranza sul tema della mobilità elettrica. É quindi con grandissima soddisfazione che anche in questi due territori inauguriamo nuove colonnine di ricarica che vanno ad aggiungersi alle quasi 200 previste da Ascotrade in Veneto. Un progetto che colma, in parte, quel gap infrastrutturale che in Italia limita l’acquisto di veicoli elettrici ma che può diventare un argomento importante in chiave di attrazione turistica. Solo dotando il nostro territorio di infrastrutture dedicate alla mobilità elettrica, infatti, possiamo diventare una meta davvero ambita dal turismo sostenibile, ovvero da chi ha scelto di viaggiare in modo responsabile, proteggendo l’ambiente e sostenendo il benessere delle popolazioni locali attraverso la conoscenza della loro cultura, anche enogastronomica. Un tema su cui non siamo secondi a nessuno e che diventa fondamentale nella valorizzazione di questo ambiente davvero unico».

 

Torna alle altre news